Arrestato funzionario USR, mille euro per velocizzare una pratica pensionistica

A causa di una mazzetta chiesta ad una maestra, un funzionario è agli arresti domiciliari per estorsione.



Arrestato funzionario USR Campania

Nell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania, un funzionario 57enne ha chiesto una mazzetta per accelerare una pratica per la pensione. Un’insegnante di scuola materna si era recata nell’ufficio in via Monticelli a Salerno per avviare l’istruttoria per la pensione e si è vista chiedere €1000 in contanti per definirne la pratica in maniera sicura, soldi che la donna avrebbe consegnato direttamente all’impiegato. La maestra, sbalordita da questa insolita richiesta, ha fatto una denuncia alla polizia.

Arrestato funzionario USR Campania

Le indagini della Polizia

Per verificare la fondatezza di queste richieste illegali, la polizia di Battipaglia ha organizzato una trappola. L’insegnante si è nuovamente recata nell’Ufficio Scolastico portando la busta con i €1000 e, prima di consegnargliela, ha chiesto al funzionario il perché di quei soldi. L’uomo ha risposto che erano per una terza persona che avrebbe sboccato velocemente la pratica.



Consegnata la busta, la maestra è andata via e la Polizia lo ha arrestato, colto in flagranza. Ora è agli arresti domiciliari per estorsione.

 

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here