Aumentano i numeri del precariato a scuola, i numeri delle cattedre assegnate

L’anno scolastico 2019/2020 potrebbe divenire l’anno nel quale vengono assegnati il maggior numero di supplenze. La Corte dei Conti rende noto il numero della supplentite all’interno del rapporto sul coordinamento della finanza pubblica che mostra la situazione del precariato della scuola negli ultimi anni. È possibile asseverare come al rispetto del Piano straordinario della buona scuola i lavoratori precari non siano diminuiti, ma aumentati.



Supplenze: i numeri delle cattedre assegnate

Nell’anno scolastico appena concluso è stato registrato un numero di cattedre assegnati a docenti che svolgevano supplenze pari a 157.154. Di queste 36.000 sono state affidate con contratto annuale con termine al 31 agosto, mentre oltre 127 mila sono state assegnate fino al 30 giugno. Nell’anno scolastico 2019/2020 il numero di supplenze all’interno del comparto scuola potrebbe raggiungere i 200mila posti.

Supplenze: precariato a scuola

A causa della penuria di personale qualificato e iscritto nelle graduatorie di merito e nelle graduatorie di esaurimento si registra una mancanza di personale che possa coprire le cattedre vacanti e disponibili con le nomine in ruolo. Ma non solo: un’altra motivazione per le quale è aumentato il numero dei posti precari è la presenza del docente di sostegno che, dal 2010 secondo la Consulta, viene assegnato come diritto inalienabile per assistere l’alunno disabile.

Questo è la principale interpretazione data come spiegazione della crescita delle supplenze, ma non da meno giocano un ruolo importante anche un numero più basso di vincitori e la mancata assoluzione del completamento di alcune procedure del concorso 2016.

Supplenze: i dati dal 2014 ad oggi

Il saldo tra la flessione delle supplenze su posti comuni e le supplenze su posti di sostegno è aumentato nell’anno scolastico 2018-2019 di circa 18.691 unità rispetto all’anno scolastico 2016/2017 nel quale erano possibile contare 109.248 supplenze.

Nell’anno scolastico 2014-2015 le supplenze erano state 122.314 contro le 44.892 dell’anno scolastico 2015/2016. Circa tre anni fa si era registrato un netto calo di cattedre assegnate a tempo in seguito alle operazioni del piano straordinario e delle nomine effettuate annualmente. Negli ultimi anni però le GaE (graduatorie ad esaurimento) hanno raggiunto il numero di 72.115 rappresentanti. Il 90% dei quali sono insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria con diploma magistrale che hanno fatto ricorso per essere inseriti con riserva nelle GaE.



Né conviene quindi che se si togliessero dalle GaE questi docenti le stesse risentirebbero di una grave penuria di docenti, soprattutto in alcune zone è in alcune classi di concorso.

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here