Autonomia differenziata: incoerenza sindacale mentre i partiti si preparano al voto

Non capisco i sindacati Flc Cgil, Cisl scuola, Uil Rua, Snals Confsal e Fgu organizzano un flash mob mercoledì 26 giugno contro l’autonomia differenziata, mentre il 24 aprile scorso hanno revocato lo sciopero del 17 maggio contro l’autonomia differenziata, accontentandosi di un tavolo tecnico sul tema che peraltro non si è mai aperto al Miur, del resto ne ero sicuro.



Autonomia differenziata: i partiti si preparano al voto

Ora ognuno non vede come questo tema sia stato posto all’ordine del giorno questa settimana dalla Lega di Salvini che unitamente all’abbassamento delle tasse ne sta facendo una battaglia per le prossime elezioni, cercando di spaccare i 5 stelle. Del resto Giorgetti vuole le elezioni, Zingaretti anche, Meloni pure, Berlusconi si sta riorganizzando con Toti e la Carfagna e cerca di far scendere in campo sua figlia Marina.

Autonomia differenziata

E i 5 stelle? Divisi anche in questo con un Di Battista “politicamente scorretto” che vuole tornare nelle piazze e andare al voto e i governativi attaccati al fare ministeriale di Di Maio.

Leggi anche: Parole vaghe sulla regionalizzazione: nessuna novità dal Def

Ma ritorniamo ai sindacati. Qualcuno mi sa spiegare il loro comportamento estivo? Forse anche loro sono stati sdoganati per le elezioni in autunno dalla parte dell’opposizione, parlo naturalmente dei Confederali, Snals e Fgu come è chiaro a tutti ormai per non essere isolati, vanno a rimorchio.

 

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here