Cessione del quinto con Noipa: prestito per docenti e ATA

La possibilità di ottenere un prestito avvalendosi della cessione del quinto NoiPA permette ai docenti e al personale che lavora nel comparto scuola di avere accesso a finanziamenti agevolati e in breve tempo. Questo è possibile grazie ad una convenzione che intercorre tra gli istituiti di credito ed il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).



Come ricevere liquidità con cessione del quinto con NoiPa

La domanda può essere inoltrata attraverso l’apposita procedura on line – noipa.mef.gov.it -, è necessario inserire i propri dati e l’ultima busta paga percepita. La liquidità richiesta con la cessione del quinto su NoiPA permette di consolidare altri debiti, ovvero saldare gli stessi e provvedere alla restituzione di quanto ottenuto in un’unica rata più bassa rispetto al cumulo di quelle sostenute in precedenza.

Prestito con cessione del quinto con NoiPa: i vantaggi

I docenti e il personale scolastico possono fare richiesta per la cessione del quinto NoiPA e ottenere una somma fino a 75 mila euro, da restituire in un lasso di tempo che può arrivare fino a 10 anni.

Cessione del quinto con Noipa

Questa possibilità permette di accorciare i tempi di attesa per avere una risposta e per ricevere liquidità. E’ da specificare che l’accordo tra il MEF e gli istituti di credito garantisce ai docenti e al personale della scuola di ricevere liquidità anche tramite il prestito delega. Quest’ultimo altro non è che la possibilità di richiedere la cessione di un doppio quinto sullo stipendio. Diversi sono i vantaggi che derivano dal richiedere un prestito della cessione del quinto NoiPa:

  • la possibilità di saldare la rata dovuta attraverso la trattenuta di un quinto dello stipendio senza fare file in posta o in banca;
  • la possibilità di ricevere liquidità anche se ci sono altri prestiti in corso grazie al consolidamento della propria situazione debitoria;
  • la consapevolezza della sottoscrizione di un finanziamento che è coperto da polizza assicurativa in caso di decesso o perdita dell’impiego e soprattutto tasso fisso per tutta la durata del prestito;
  • la sottoscrizione del finanziamento senza necessità di avere avvalli da terze persone;
  • non servono motivazioni fornite a sostegno della necessità di ricevere il prestito.



La procedura risulta semplice e gestibile anche in maniera autonoma, senza dovere passare attraverso lunghe mediazioni.

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here