Le mascherine e i banchi non ci sono, ma lunedì inizia la scuola

Flavia

Lunedì prende ufficialmente il via il nuovo anno scolastico. Il dibattito più grande riguarda sicuramente i banchi e le mascherine. Stando a quanto appreso di recente, con il nuovo anno scolastico davvero alle porte, il rilascio delle mascherine procede a rilento. Resta comunque il fatto che non farebbe bene alla salute tenerle tutte quelle ore.

I banchi non ci sono, ma lunedì si inizia a scuola

Circa metà del personale scolastico ha avuto modo di svolgere il test sierologico e il 2,6% è risultato positivo, almeno per il momento, non prenderà immediatamente servizio. Per ora, inoltre, salvo cambiamenti dell’ultimo minuto a scuola si preferirà andare a piedi oppure accompagnati in auto dai propri genitori e gli autobus avranno una capienza ridotta del 20%.

I banchi non ci sono, lunedì si inizia a scuola

Una volta arrivati in aula non si troveranno i banchi monoposto se non in qualche raro caso ma non c’è bisogna di fare allarmismi, Lucia Azzolina ministra dell’Istruzione ha infatti predisposto mascherine per tutti gli alunni, e anche se non c’è il classico metro di distanza si prova ad andare ugualmente avanti e passarci sopra. Se tuttavia non dovrebbero esserci neanche le mascherine come si dovrebbe agire?

Il commissario Arcuri rassicura i Dirigenti scolastici

La risposta è che la preoccupazione è tanta. Domenico Arcuri commissario straordinario ha assicurato che diverse scuole le mascherine le hanno già ricevute in massa mentre altre le riceveranno proprio lunedì. Ma sarà davvero così? I presidi sono in allarme e sperano che tutto questo sia vero.

“Distribuiremo 11 milioni di mascherine gratuite al giorno alla totalità delle scuole del paese per metterle a disposizione di studenti e personale” queste le parole del commissario Arcuri che aggiunge “Distribuiremo 170 mila litri di gel igienizzante la settimana così rispondendo ai 3 requisiti di base: protezione individuale, igienizzazione mani e screening: una operazione che pochi paesi hanno attuato, molto onerosa”.

Una cosa è certa, la scuola è pronta a iniziare di nuovo, si spera quindi che la procedura di avvia venga svolta in tutta sicurezza e portata al termine senza nuove chiusure.

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

Lascia un commento