Mappa concettuale: cos’è, come farne una con l’aiuto di software e siti on line

Spesso gli insegnanti per rendere più facile il colloquio orale e per aiutare gli studenti a rompere il ghiaccio, suggeriscono di preparare una mappa concettuale. Utile anche come strumento compensativo per alunni BES.

Cos’è una mappa concettuale

La mappa concettuale è diversa da una tesina perché si tratta di uno schema con un argomento centrale ed eventualmente con una serie di argomenti secondari che possono appartenere anche a diverse materi, è il caso di mappe concettuali per gli esami di terza media o educazione civica che riveste un ambito multidisciplinare.

Per esempio, se l’argomento centrale è “La donna”, si deve analizzare il percorso seguito durante l’anno scolastico e approfondire anche le diverse materie in cui si è studiato, per storia ad esempio possiamo inserire il movimento delle Suffragette oppure la conquista del diritto di voto in Italia, il tutto è abbastanza semplice, ma bisogna schematizzare tutto bene e cercare di non inserire troppi concetti.

Cos'è una mappa concettuale

Come fare una mappa concettuale

Per fare una mappa concettuale è importante trovare tra i temi di interesse un argomento centrale studiato a scuola. Subito dopo è necessario capire come collegare l’argomento centrale alle materie, un autore che ha approfondito quel tema oppure che ha vissuto nel periodo storico della mappa, lo stesso discorso vale per altre materie come arte, scienze e matematica.

Non è obbligatorio collegare tutte le materie dell’ultimo anno, nel caso di mappe per esami finali, ma bisogna sempre consultare i docenti, fondamentale per non sprecare tempo e creare una mappa concettuale senza sbagliare.

Dopo aver individuato il tema centrale e come affrontarlo in tutte le materie, si deve fare uno schema su un foglio e riprodurlo sul computer.

Programmi per mappe concettuali

Creare una mappa concettuale a mano è un lavoro noioso e ripetitivo, inoltre con gli strumenti informatici si possono inserire anche link e collegamenti. Uno dei programmi più utilizzati per le mappe concettuali è PowerPoint ma ci sono dei siti internet molto utili e facili da usare come Mindomo che ha una funzione per condividere il lavoro con professori e compagni di classe, inoltre è presente un database con lavori già svolti.

Un altro sito simile è MindMeister con modelli di mappe concettuali pronte e da integrare se non si vuole partire da zero.

Mappe concettuali terza media

La mappa concettuale è come un biglietto da visita che lo studente consegna alla commissione ed è il punto di partenza per le domande successive. La scelta dell’argomento è strategica perché ci si può concentrare su temi conosciuti e non rischiare di fare scena muta.

Tra le mappe concettuali che piacciono molto agli studenti c’è quella sull’Unità d’Italia da affrontare dal punto di vista storico, segue la Geografia con l’approfondimento su Brasile o altri paesi dell’America del Sud, Verga e il verismo per Antologia, Impressionismo in Italia per Storia dell’Arte e infine Vulcani e Terremoti per Scienze.

Oppure un altro tema per la mappa concettuale è il ‘900, un secolo importante per la Storia con la Seconda Guerra Mondiale, da approfondire con Tecnica e la Bomba Atomica, quindi il Giappone per Geografia, il Decadentismo per Antologia, la Genetica e il DNA per Scienze.

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

SiriaV
Laureata a pieni voti, specializzata sul sostegno, è una docente della scuola secondaria di II grado. Ha frequentato numerosi master e corsi di aggiornamento sulle tematiche legate ai "Bisogni Educativi Speciali" ed ai disturbi dell'apprendimento, da tempo collabora con zoom scuola e con altre testate giornalistiche on-line.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here