Misure compensative e dispensative per alunni BES e DSA

Di fronte a sigle e codici come BES e DSA i genitori chiedono maggiore chiarezza da parte dell’istituzione scolastica, anche per arginare preoccupazione e smarrimento verso categorie diagnostiche piuttosto “moderne”.



Alunni DSA e alunni BES

E’ bene chiarire che vi è differenza tra le due sigle. Con DSA si intendono i disturbi specifici dell’apprendimento, mentre la sigla BES sta per Bisogni educativi speciali. Nel gruppo DSA rientrano ad esempio la dislessia, la disgrafia, la discalculia.

Misure Compensative

Tali disturbi dell’apprendimento devono essere diagnosticati e certificati esclusivamente da neuropsichiatri, psicologi e logopedisti (riguardo alle certificazioni private vi è differenza da regione a regione). Gli alunni con questi deficit specifici di apprendimento hanno capacità cognitive e quoziente intellettivo nella norma. Di solito si rende necessario redigere un PEI (Piano Educativo Personalizzato) per ogni singolo alunno.

I BES non possono invece essere considerati una categoria diagnostica al pari dei DSA: qualsiasi alunno, durante il percorso di apprendimento scolastico, può manifestare esigenze specifiche che la scuola deve rilevare e al tempo stesso soddisfare. Per questo, nei casi di BES, si elabora un piano didattico specifico e personalizzato (PDP). Il quadro dei BES è assai variegato, e può comprendere anche “situazioni di svantaggio sociale e culturale”.

Misure Compensative DSA

Qualora la diagnosi di DSA venga presentata dopo che l’alunno si è iscritto all’Università, nei confronti dello stesso sono ammesse apposite misure dispensative e compensative per rendere la didattica più flessibile e adatta al suo livello di apprendimento. Gli strumenti compensativi che lo studente con diagnosi DSA può utilizzare sono gli stessi di cui ha già usufruito nel periodo scolastico: utilizzo di testi in versione digitale, registrazione delle lezioni accademiche, utilizzo di programmi per la sintesi vocale, altri strumenti tecnologici di ausilio nella fase di preparazione all’esame e durante la prova di verifica.

Misure Dispensative BES

Misure e strumenti di tipo dispensativo e compensativo sono previsti anche per gli alunni con Bisogni Speciali (BES), per favorire l’apprendimento e ridurre le conseguenze dello specifico disturbo.



Tra le misure dispensative ci sono: tempi di realizzazione delle varie attività personalizzati, modalità di apprendimento specifiche (prendere appunti, lettura ad alta voce), valutazione in base al contenuto tralasciando la forma, ecc.

Seguici su Telegram

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

 

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here