Prof sospesa fa ricorso e chiede risarcimento economico

Nonostante le promesse di Salvini, alla prof sospesa non viene revocato il provvedimento. Alcune settimane fa, la professoressa palermitana Rosa Maria Dell’Aria, era stata sospesa per 15 giorni, perché i suoi alunni in una ricerca avevano paragonato le leggi razziali del ’38 al Decreto Sicurezza di Salvini. Oggi fa ricorso, perché, nonostante le promesse del ministro dell’Interno, il provvedimento non è stato revocato.



La professoressa sospesa fa ricorso

Marco Bussetti, il ministro dell’istruzione, stava lavorando per trovare una soluzione in via extragiudiziaria, che però non è stata raggiunta perché la sanzione poteva essere revocata da una sola persona, e cioè dal dirigente dell’ufficio scolastico che l’aveva firmata.

La professoressa sospesa fa ricorso

Una sanzione illegittima

I legali della professoressa, Fabrizio La Rosa e Alessandro Luna, figlio della Dell’Aria, presenteranno il ricorso, lungo circa 40 pagine, perché la sanzione è illegittima e viola la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Inoltre la prof, con oltre 40 anni di servizio, chiede un risarcimento economico di 10mila euro per danno sia all’immagine sia alla reputazione professionale.

 

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here