Scontro Fioramonti Azzolina, l’ex ministro non ha usato 800 milioni di euro per la scuola

Flavia

Dopo le dichiarazioni del Ministro Azzolina ospite del programma televisivo In Onda di La7, non si fa attendere la replica dell’ex ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti. Azzolina affermerebbe proprio che il suo predecessore non avrebbe utilizzato fondi per la scuola che ammonterebbero a ben 800 milioni di euro. Una grossa cifra che avrebbe fatto sicuramente comodo alla scuola.

L’ex ministro non ha usato 800 milioni di euro per la scuola

Lorenzo Fioramonti viole chiarire e lo fa utilizzando la sua pagina social.

“La Ministra sostiene di aver “trovato” 800 milioni di fondi PON inutilizzati, che io non avrei visto. A parte il fatto che questa affermazione è ridicola e sminuisce il ruolo delle amministrazioni ministeriali come fossero una caccia al tesoro tipica della peggiore propaganda politica, vorrei ricordare alla Ministra che lei era al Ministero con me come Sottosegretaria con delega proprio alla Scuola.” queste le parole dell’ex Ministro.

Scontro Fioramonti Azzolina, non ha usato 800 milioni

Che continua – “E quindi quei milioni non li aveva visti neanche lei. Forse perché i fondi PON, che io ho rilanciato con vigore, sono in conto capitale e non in spesa corrente. Cioè non possono essere utilizzati per assunzioni ed organico, proprio le ragioni per cui chiesi i famosi 3 miliardi. Di finanziamenti in conto capitale i Ministeri ne hanno molti, ma servono per altro. Lo si studia al primo anno dell’università.”

Stabilizzazione dei precari

Scontro anche sulla questione stabilizzazione e precariato, un annoso problema che a Viale Trastevere si portano ormai da troppo tempo, anche se sembrano partire i concorsi ordinari ed i concorsi straordinari, le assunzioni tardano ad arrivare. A questo proposito Fioramonti afferma “Non contenta di questa buffonata, ha avuto addirittura l’ardire di sostenere di aver fatto la più grande stabilizzazione di docenti precari degli ultimi anni. Anche le pietre sanno che la Ministra è sempre stata contraria alla stabilizzazione dei precari della scuola (nonostante fosse nel programma elettorale del Movimento 5 Stelle).”

Fioramonti spara a zero ed afferma che l’attuale Ministro “Fece di tutto per boicottare il negoziato coi sindacati” ma che dopo venne portato a compimento e diede luogo a 50 mila nuovi posti. Questi 50.000 posti vengono rivendicati ora dall’attuale ministro Azzolina. Conclude Fioramonti sulla sua pagina facebook: “In una cosa però è riuscita: ritardare di un anno i concorsi, indebolendo la scuola e facendo arrabbiare tutti, dai docenti ai presidi, dagli studenti ai genitori.”

Segui tutte le news su Zoom Scuola

Seguici su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram

Lascia un commento